Jamie James a Napoli all’Orientale

Diversità al contrario. Emigrare dall’Occidente in Oriente e trattare tematiche come l’omosessualità in un contesto musulmano come l’Indonesia. Protagonista di queste differenze, Jamie James,  giornalista e scrittore che le ha raccontate agli studenti dell’Università l’Orientale di Napoli nell’ambito di un ciclo di seminari sull’Indonesia organizzato dalla professoressa, Antonia Soriente e con il patrocinio morale del centro interuniversitario I-LanD per la ricerca su aspetti culturali e linguistici sulla diversità e identità, con il professor Giuseppe Balirano.

Come ci spiega il professore Giuseppe Balirano “Jamie James riscrive la formula del romanzo epistolare che Samuel Richardson portò al successo in Inghilterra nel 1760. Andrew and Joey, ad esempio, è un romanzo epistolare ma in chiave contemporanea, le lettere che i due amanti si scambiano sono in realtà brevi e-mail. Raccontare una storia d’amore omosessuale attraverso delle ‘epistole elettroniche’, e cioè in uno spazio brevissimo in cui sia il plot che il contesto esotico di Bali devono emergere con forza, è un arduo compito che lascia il lettore attonito per tutte le 287 pagine del romanzo“.

James che ha lasciato l’America per trasferirsi in Indonesia è autore di diversi libri. In Italia a Maggio esce “L’ultimo viaggio di Rimbaud” , tradotto da Fabrizio Ottaviani, editore, Melville.

 

 

Commenti

commenti