Prende il via il tour di proiezioni gratuite del film corto ‘Guado’ di Egidio Carbone.  Il debutto fuori Napoli è in programma sabato 22 novembre alle ore 20 ed è stato organizzato dalla Pro loco di Olevano sul Tusciano e dal Comune di Olevano sul Tusciano. Nell’Aula consiliare della  cittadina in provincia di Salerno con la introduzione di Pietro D’Aniello, presidente della Pro loco, il corto che tanto ha interessato il pubblico partenopeo, sarà in programma per una serata speciale, presente l’autore e regista di Guado, Egidio Carbone.

Il film corto che ha la colonna sonora di James Senese, la maschera ‘Guado’ e gli effetti speciali di Gennaro Patrone e la direzione della fotografia e montaggio affidato a Gianni Galantucci è stato prodotto da Napoli Centro Storico in collaborazione con napolipost.com.

Nel film, con Egidio Carbone, Adele Pandolfi, Antonella Cioli, Domenico Aria, Enzo Casertano, Rene’e Sylvie Lubamba, Rosario Verde, la partecipazione di  Anna Rita Del Piano, Ernesto Mahieux, Francesco Paolantoni, Patrizio Rispo, Salvatore Cantalupo, Julija Majarčuk e la partecipazione  particolare di Enzo Gragnaniello, Eugenio Bennato e James Senese. Protagonista la siciliana Adele Rita Perna. Hanno preso parte oltre 200 attori figuranti, due settimane sono state impegnate per le riprese e cinque mesi per il montaggio.

Al film corto ha lavorato la troupe composta, inoltre, da Gianluca Dell’Osso (Aiuto Regia), Salvatore Catapano (Produzione e Organizzazione), Mia Perna (Ass. Regia), Ivano Zanchi e Matteo Peverini (Aiuto Presa Diretta), Assunta Peconcia Pecora (Data Manager), Fortuna de Crescenzo (Seg. Edizione), Giusy Farè Farella (Seg. Produzione), Annalisa Barbato, Francesca Kibi Red Ioffredo (Trucco e Parrucco), Sandra Lagozino (Scenografie e Costumi), Anna Pirolli (Casting), Giuseppe Balirano (Sottotitoli Inglese), Adele Perna (Attrice Protagonista), Elisabetta Donadono (Ufficio stampa e Comunicazione).

Guado è la prima sperimentazione cinematografica della teoria artistica di Carbone l’Attore costitutivo, teoria che ha portato il drammaturgo campano a studiare, approfondire e collegare il mondo scientifico al mondo artistico applicando allo studio dei personaggi lo studio della fisica e metafisica creando così un progetto di interessante respiro culturale. Dopo diverse esperienze teatrali Carbone ha deciso di sperimentare la sua teoria in ambito cinematografico ed ha scritto, diretto e prodotto ‘Guado’. Prima di una trilogia di opere ‘Trascendenze’ che sceglie il segmento cinematografico dei film corti per arrivare al pubblico.

Siamo lieti di proporre la visione al pubblico di un film corto – dichiara Pietro D’Aniello –  che utilizza linguaggi cinematografici sperimentali. Il cinema è un importante strumento di comunicazione e quindi non può non essere il punto di partenza per presentare alla gente le interessanti attività sperimentali che risorse umane, come Egidio Carbone realizzano. E’ una opera che apre uno squarcio sul mondo attuale pur conservando il fascino di utilizzare diversi simboli per raccontarlo. Il Sud e la Campania sono all’avanguardia anche per la cinematografia sperimentale”.

Con Olevano sul Tusciano – afferma Egidio Carbone –  ho inteso avviare un giro di proiezioni in diversi luoghi dell’Italia per presentare a pubblici diversi questa mia prima opera cinematografica e prima applicazione al cinema della Teoria dell’Attore costitutivo. Napoli ha dato una positiva risposta alle anteprime di un film corto, certamente difficile per i temi che tratta e per le modalità con cui le presenta. E’ un modo di produrre cultura in una fase molto critica  e difficile per la vita del cinema. Ma proprio in questi periodi bisogna impegnarsi e continuare a creare”.

La visione è gratuita

Per info guado.diegidiocarbone@gmail.com

Commenti

commenti