Itinerari alla scoperta della Napoli greca.

La Napoli greca al centro di una conferenza, giovedì 13 ottobre ore 16,  con Paolo Giulierini, direttore del MANN, Elda Morlicchio, rettrice dell’Università “L’Orientale” di Napoli, Daniela Giampaola, Responsabile degli Scavi Napoli per la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli. Si parte anzi si riparte dalle  scoperte archeologiche in palazzo Corigliano:“Le antichità di Palazzo Corigliano: dallo scavo archeologico alla fruizione”  a cura di Anna Maria D’Onofrio (L’Orientale) e Tobias Busen (TU München) per fare il punto sull’attuale situazione. Un confronto a tutto campo quello sulla Napoli greca proposto da ricercatori ed archeologi.

Nei primi anni ’80 uno scavo archeologico veniva condotto nel cortile di Palazzo Corigliano, adibito a sede dell’università “L’Orientale”, rivelando un imponente collettore e la massicciata di una strada degli inizi del II sec. a.C. che ampliava la città nell’estremo lembo sud-occidentale; un pozzo riempito di materiali di scarico testimonia i danni subiti da Neapolis con il terremoto del 62 d.C. Il nuovo percorso espositivo, i cui pannelli, realizzati con gli studenti nell’ambito dell’attività didattica, si presentano ora al Museo prima di essere collocati in Palazzo Corigliano, illustra le antichità visibili nella cosiddetta “Aula Mura Greche” di Palazzo Corigliano considerandole nel contesto dello scavo e in quello più ampio della parte occidentale della città antica.

Una collaborazione tra Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, Technische Universität München, Museo Archeologico Nazionale di Napoli e Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli.
Ingresso libero, fino a esaurimento posti, in occasione della conferenza e dell’inaugurazione della mostra.

Commenti

commenti