Mentre come ogni anno si attendono i provvedimenti del Comune di Napoli per l’occupazione di suolo pubblico, il Natale è già arrivato a San Gregorio Armeno.  In una nota stampa l’Associazione Corpo di Napoli informa: “Sabato 10 novembre 2016 alle ore 18:00, se, come ci auguriamo, l’Amministrazione Comunale risolve celermente le problematiche burocratiche, relative al rilascio delle occupazioni di suolo per l’istallazione delle antiche e caratteristiche bancarelle di Natale, nella suggestiva Piazza San Gaetano, all’ombra del monumento dedicato al Santo che “inventò” il Presepio napoletano, l’Associazione Corpo di Napoli con la presenza delle autorità cittadine taglierà il tradizionale nastro che segna la partenza della più antica e partecipata Fiera di Natale d’Italia“.

 

Per risolvere i problemi tecnici legati al rilascio delle suddette occupazioni di suolo pubblico – dichiara Gabriele Casillo, membro dell’Associazione Corpo di Napoli –  ci siamo fatti carico, come Associazione, della realizzazione di un progetto di sistemazione delle bancarelle e dei gazebo dell’antico mercatino di Natale che sarà presentato a gli uffici preposti del Comune di Napoli entro giovedì 3 novembre 2016. I mercatini di Natale sono presenti da sempre nel immaginario collettivo, più volte citati dal grande  Eduardo De Filippo nelle sue commedie, la nostra speranza è che vi sia una celere ed efficace risoluzione di queste problematiche. Siamo giunti alla 145esima edizione della Fiera di Natale ai Decumani, ogni anno, -dichiara Amedeo Mango, Presidente dell’Associazione Corpo di Napoli, la Fiera richiama in media due milioni di visitatori che si riversano, già all’inizio di novembre, nelle strade del Centro Antico di Napoli per convergere nel cuore dell’Arte Presepiale e respirare l’autentica atmosfera del Natale e quelle emozioni che nessun altro luogo del Mondo riesce a far rivivere. Atmosfere, sentimenti e sensazioni che solo il popolo napoletano fa rivivere, è essenziale, quindi farsi trovare preparati” si legge ancora nella nota.

 

Il tema della fiera  è “l’acqua, bene collettivo, elemento fondamentale del Presepio Napoletano, generatore e portatore di vita, simbolo di purificazione e rinascita, un bene inalienabile che Nostro Signore, attraverso la natura, ci offre quotidianamente. Per celebrare l’acqua, infatti, le botteghe presepiali esporranno in bella vista tutti gli elementi e personaggi del presepio che richiamano al tema dell’acqua, fontane, pozzi, cascate, lavandaie, ecc“.

Commenti

commenti