” Siamo qui a Capodimonte – ha dichiarato Dario Franceschini, ministro per il Turismo e Beni Culturali – luogo che dimostra l’enorme potenzialita’ di questa regione. Molti non la conoscevano e ne sono rimasti ammirati. Per essere competitivi bisogna mescolare tutto, fare promozione ed utilizzare la forza degli itinerari: veicolo di attrazione per legami inscindibili. Ci tenevo che venissero qui da tutti il mondo, ognuno dei ministri e viciministri, ha visitato la città. L’investimento sulle potenzialità deve avvenire in termini di recupero del patrimonio e ciò deve diventare una battaglia nazionale. E’ una battaglia nazionale per il concentrato di storia, di bellezza, siamo ospitanti in un  un museo con 160 sale,seimila opere, capolavori assoluti, 150 ettari con 150 mila visitatori. E’ questa una potenzialità sulla quale investire”. E’ un appassionato omaggio a Napoli e la Campania quello che Dario Franceschini, ministro per i Beni e le Attività Culturali, manifesta nei confronti della città ospitante del XIII forum internazionale del Turismo che si chiude domani a Napoli. Oltre 40 rappresentanti da tutto il mondo stanno discutendo da alcune ore sulle nuove frontiere del turismo globale. E Napoli con la Reggia di Capodimonte ha dimostra ancora una volta di essere un luogo unico al mondo. Il tour dei delegati ha visto ieri partecipare ad una serata al San Carlo, stasera essere al Museo Archeologico di Napoli nel corso dei lavori soggiornare a Capodimonte. Tre luoghi straordinari. Nella cartella stampa è stato, inoltre, promosso, il sito archeologico di Pompei.

Nino Daniele, assessore al Comune di Napoli nel suo intervento ha ringraziato il ministro delle parole rivolte alla città.

Commenti

commenti