Un brand Europa per promuoverla come destinazione unica. Itinerari di viaggio comuni, semplificazione procedure per l’ingresso dei turisti provenienti dai paesi dove vi è il visto e scambio tragiovani artisti. Sono stati questi i principali argomenti sul tavolo della riunione informale dei ministri del Turismo e Cultura,che si è svolto a Napoli. Ventisette paesi con 45 delegazioni sono riuniti alla reggia di Capodimonte in occasione della tredicesima edizione del Forum internazionale Turismo, in occasione del semestre italiano della Presidenza europea. Il Ministro per il Turismo e Beni culturali, Dario Franceschini, ha presieduto la riunione sottolineando come sia emersa la proposta di unificare le deleghe turismo e cultura in tutti i paesi della UE.  Il patrimonio culturale è una delle principali direttrici per portare sempre più turisti in Europa.

La riunione informale dei ministri della Unione Europea si è svolta questa mattina ed ha aperto il XIII Forum europeo del Turismo al quale prendono parte oltre 40 paesi provenienti dall’intero pianeta. Dario  Franceschini, ministro per il Turismo ed i Beni e le Attività culturali, ha presieduto la riunione informale che ha visto al tavolo nel salone delle feste della Reggia di Capodimonte pochi ministri e molti delegati al settore. In discussione la possibilità di accorpare le deleghe Turismo e Cultura in seno alla Commissione europea. Quattro le azioni sulle quali investire in tutti i paesi: Digitalizzazione, mobilità sostenibile e accesso alle destinazioni, formazione ed istruzione ed  azioni per promuovere l’Europa come destinazione turistica. Domani è l’ultimo giorno della Commissione europea, presieduta da Barroso. Dal primo novembre cambieranno, dunque anche i commissari con delega al Turismo, che è quello competente anche per lo sviluppo economico e quello con delega alla Cultura.

Commenti

commenti