Il Ravigan punta da subito a diventare il pub più innovativo della Campania: un nuovo modo di intendere la cucina e la socialità, soprattutto aldilà dei social.

L’inaugurazione è fissata per lunedì 9 gennaio, in via Bonavolontà, N° 1 a Cardito (Na) dalle ore 19.

Qui non parliamo, infatti, di Facebook, Twitter e simili, la mission dei soci di questo progetto imprenditoriale, con sede a Cardito, nel cuore dell’area a nord di Napoli, è diventare un punto di riferimento e d’incontro per tutti. Non solo mangiare e bere ma soprattutto, stare insieme, conoscersi, divertirsi e condividere.

Ravigan vuole essere la casa di tutti coloro che credono nella socialità, nella buon musica, nei format innovativi con un occhio e mezzo strizzato a chi cerca il gusto del buon cibo, il bere di qualità e i dolci artigianali.

Punto forte del menù è sicuramente la collaborazione con #ficheraversion, il noto brand del cuoco Francesco Fichera, che ha messo la sua impronta su diversi piatti del menù e che marchierà tutte le portate del Ravigan, grazie alla presenza come resident chef della sua fidatissima cuoca Monica Evangelista.

Caratteristica base: la cucina primordiale.

Un modo di cucinare che parte dalle tecniche primordiali puntando a unire a queste le conoscenze moderne per restituire sapori nuovi e genuini.  Pietra miliare del menù del Ravigan è, senza dubbio, una particolare rivisitazione de ‘o ‘mbruoglio, di tradizione squisitamente partenopea, ri-immaginato dagli chef della casa.

Un ristogastropub, come amano definirlo i proprietari, che mira ad essere uno spazio d’inclusione, oltre che di ristorazione, una casa comune per tutti coloro che credono nella “condivisione”, non solo sui social network.

Lo staff aspetta tutti lunedì 9 gennaio, in via Bonavolontà, N° 1 a Cardito (Na) dalle ore 19, per l’inizio di una grande avventura, non solo culinaria.

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

commenti