Primavera: stagione deliziosa, ma non per chi lo è affetto da rinite allergica, alle prese con starnuti, congestione, naso ostruito, naso che cola, voce nasale, con impatto significativo su qualità di vita, perfomance lavorative e scolastiche, sonno. Si stima che in Italia soffrano di questa patologia infiammatoria della mucosa nasale, legata all’esposizione di allergeni ambientali, circa 12 milioni di persone, 1 italiano su 5. Una malattia non grave, ma con elevati costi sociali, per i disturbi che comporta, ed anche economici: si calcola che il costo annuo a carico dei datori di lavoro dei lavoratori a causa dell’allergia in generale sia di 100 miliardi di euro in Europa, mentre in Italia la spesa per i farmaci dell’apparato respiratorio si colloca al quinto posto della spesa farmaceutica complessiva. E’ una malattia in aumento, come tutte le patologie allergiche, che vedono un trend di crescita dell’incidenza del 5% negli ultimi 5 anni in tutti i Paesi industrializzati. La prevalenza della rinite allergica è oggi stimata del 10% nei bambini nei primi 14 anni di età e fino al 20-30% in adolescenti e adulti. Il tipo di pollini responsabili della sintomatologia varia a seconda del periodo: nelle nostre regioni, nel mese di marzo incidono i pollini di betulle, da aprile inizia la parietaria, a maggio esplodono le graminacee e l’olivo. Oltre ad essere molto fastidiosa in sé, la rinite allergica rappresenta un fattore certo di rischio per l’asma. Si stima infatti che i soggetti con rinite abbiano una probabilità quattro volte maggiore di sviluppare asma. È altresì noto che i pazienti allergici presentano una maggiore suscettibilità a contrarre infezioni respiratorie rispetto ai soggetti non allergici. Motivi di più per non sottovalutare la rinite allergica, diagnosticarla e curarla con tempestività e appropriatezza. Per questo le società scientifiche si sono mobilitate per affrontare il problema. Dopo il successo del 2014, con oltre 500 visite gratuite realizzate in tutta Italia, è tornata anche quest’anno a favore dei pazienti con rinite allergica la campagna di informazione e sensibilizzazione “Etciu’! Rinite?”, promossa dalle due principali società scientifiche italiane di Allergologia, Aaito- “Associazione allergologi italiani territoriali e ospedalieri” e Siaaic- “Società italiana allergologia asma immunologia clinica”, e patrocinata da Federasma e Allergie onlus e Apa Italia(Associazione pazienti allergici), col contributo di Medapharma. Grazie a questa iniziativa, i pazienti hanno potuto usufruire di consulenze gratuite nei 30 centri di allergologia distribuiti su tutto il territorio nazionale nei mesi di marzo ed aprile.

Commenti

commenti