Enzo Avitabile fa ballare il Social World Film Festival

Al termine della serata inaugurale del Social World Film Festival diretto da Giuseppe Alessio Nuzzo, domenica 23 luglio, il grande compositore e cantautore partenopeo Enzo Avitabile ha infiammato l’Arena di Vico Equense col concerto “Acoustic World”, una carrellata in chiave acustica gli ultimi 12 anni della sua produzione discografica, proponendo brani tratti da tutti i suoi progetti dal 2003 ad oggi, accompagnato sul palco da Gianluigi Di Fenza alla chitarra ed Emidio Ausiello alle percussioni.

Una esibizione straordinaria in una cornice, la Penisola sorrentina dove buon cibo, benessere, artigianato, trasporti,  ospitalità, e commercio sono ingredienti per consentire agli ospiti, giornalisti e pubblico del Social World Film Festival di godersi una straordinaria rassegna.

Due David di Donatello, due Nastri d’Argento, un Globo d’oro, un Ciak d’oro: sono solo alcuni dei riconoscimenti che Enzo Avitabile ha ottenuto in questo 2017 per aver curato la colonna sonora del film “Indivisibili”.  “La musica per il film in questione è nata in sinergia con le immagini, alcune scene partivano dalla musica e la musica si soffermava sulle immagini. La musica ha accompagnato mano nella mano il film”, ha raccontato il maestro, cui è stato consegnato nell’occasione il premio Golden Spike Award.

Enzo Avitabile ha collaborato in passato con Giuseppe Alessio Nuzzo, direttore del Festival, prestando voce e volto nei canti di denuncia del documentario “Primitivamente”, viaggio nel presente e nel passato di Acerra, per raccontare e superare le etichette di “terra dei fuochi” e “triangolo della morte”, con la voce narrante di Giancarlo Giannini. Enzo Avitabile, nato a Napoli 1º marzo 1955, è cresciuto nel quartiere di Marianella, ha studiato sassofono e ha iniziato ad esibirsi in pubblico all’età di soli sette anni. Si è diplomato poi in flauto al conservatorio di San Pietro a Majella. Nel corso della sua carriera, ha collaborato con più grandi della musica di tutto il mondo. Nel 1976-1977 ha collaborato con Pino Daniele all’album Terra mia, e nel 1979-1980 con Edoardo Bennato per gli album del  Uffà! Uffà! e Sono solo canzonette. Nel 1982 esce il suo primo lavoro discografico, Avitabile, seguito nel 1983 da Meglio soul e nel 1984 da Correre in fretta, dedicato alla figlia Connie. Il 1986 pubblica S.O.S. brothers, che contiene Mamma Che Caos, Soul Express e Black Out, brani che gli regalano la grande popolarità nazionale. Nel 1988 pubblica Alta tensione, nel 1990 Stella dissidente, nel 1994 Easy, dove mette in musica A livella di Totò. Nel 1996 realizza l’album Addò e nel 1999 O-Issa, una parte dei cui proventi furno destinati a sostenere l’iniziativa dell’UNICEF per garantire il diritto alla scuola alle bambine del Benin. L’impegno umanitario prosegue nel 2004 con l’album Salvamm’ ‘O Munno, le cui note di copertina sono firmate dall’antropologo Marino Niola. Nel 2006 esce Sacro Sud che è un viaggio personale attraverso la musica sacra e di devozione. Nel 2007 esce il doppio cd Festa Farina E Forca, e nel 2009 Napoletana con cui vince la Targa Tenco per il miglior disco in dialetto. Nel 2012 vede la luce l’album Black Tarantella, per il quale si aggiudica la seconda Targa Tenco per il miglior disco in dialetto, mentre il brano Gerardo Nuvol e Povere scritto con Francesco Guccini si aggiudica il Premio Amnesty International. Sempre nel 2012, il regista premio Oscar Jonathan Demme gli dedica un docu-film che viene presentato al Festival del Cinema di Venezia, dal titolo Enzo Avitabile Music Life. Nel 2012 esce la colonna sonora di Enzo Avitabile Music Life, e nel 2016 esce Lotto Infinito, per Sony Music, che vede gli incontri con Francesco De Gregori, Renato Zero, Giorgia, Mannarino, Caparezza, Paolo Fresu, Elena Ledda, Daby Tourè, Pippo Del Bono, Giovanna Marini, Hindi Zahra, Lello Arena, Roger biwandu, Linley Marthè, Bassekou Kouyate. Nel 2005–2006 riceve 4 nomination ai BBC World Music Awards, mentre la rivista Songlines dichiara il disco Salvamm’ ‘o Munno è “Top of The World”. È dal 2003 Direttore Artistico del Festival Internazionale di World Music Sentieri Mediterranei e dal 2015 di Leuciana Festival. Avitabile ha scritto anche oltre 300 opere per quartetti, orchestre da camera ed orchestre sinfoniche, è autore delle Musiche per Orchestra Sinfonica e coro dell’opera IL VANGELO di Pippo Del Bono che gli è valso il Premio UBU 2017. Nel corso della sua carriera si è esibito nei festival Womad di P. Gabriel, a Roskilde, London Jazz Festival, Umbria Jazz, Montreal Jazz Festival, Sziget festival (4 ed.), Primo Maggio Roma (11 ed.) e in 3 Concerti di Capodanno a Napoli P.zza Plebiscito. I suoi tour hanno toccato i 5 Continenti. Insomma, un altro “grandissimo” che si aggiunge all’albo d’oro degli ospiti che hanno reso eccelso il Social World Film Festival di Vico nei suoi sette anni di vita.

 

Commenti

commenti