E’ Congiunzione Tempo Infinito Serie_eroiF di Marco Romano il nuovo progetto espositivo che ospitato a partire dal prossimo 26 marzo alla DAFNA HOME GALLERY diretta da Danilo Ambrosino ed Anna Fresa.

 Video, opere pittoriche, fotografie sono gli strumenti con cui l’artista vuole raccontare l’Italia, parcellizzandola attraverso le sue 20 regioni, affidandone la narrazione ai fiori la cui caducità temporale, diventa un messaggio, una congiunzione infinita un processo armonico che perdura nonostante l’oppressione di energie esterne, interne, distruttive e costruttive.

Gli elaborati sono allestiti in modo da formare un’installazione visiva associata al linguaggio del codice morse da scoprire e decodificare; il risultato è la frase «Italia mia da amare». L’Italia di Marco Romano è un territorio rigenerante.

L’artista utilizza differenti tecniche espositive scelta legata alla volontà di creare 4 dimensioni di visione/partecipazione. I fiori combusti rappresentano l’armonia del reale ciò che è tangibile, le fotografie la metafisica dell’armonia che crea nuove forme, gli elaborati pittorici su pvc sono l’evocazione dell’armonia che l’uomo può modificare quotidianamente, i video infine rappresentano l’armonia delle dimensioni sconosciute. Lo spettatore partecipa attivamente sia a livello sensoriale che emozionale vivendo la trasformazione dell’elemento soggetto a combustione come una catarsi, una evoluzione della sua primaria natura, come un’ azione sin estetica e sincretica che nell’insieme risvegli e dia possibilità all’esperienza.

 Il progetto espositivo è stato realizzato durante la residenza dal titolo “Passaggi a sud est #3” presso Teatrisospesi, una giovane realtà all’avanguardia nelle ricerche artistiche, che ha sede a Salerno. La mostra di Marco Romano conferma la vocazione espositiva con cui  nascono i progetti di DAFNA Home Gallery attiva dal 2010, ovvero uno spazio per gli artisti luogo aperto alla sperimentazione ed alla conoscenza.

Marco Romano, nato a Benevento nel 1987, è un artista visivo. Durante gli studi di ingegneria informatica scopre la passione per le discipline artistiche, e nel 2009 si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Nel 2014 è beneficiario della borsa di studio presso l’Hochschule für Grafik und Buchkunst Academy of Visual Arts Leipzig (Germania). Le prime ricerche artistiche sono caratterizzate dall’uso di tecniche tradizionali, utili all’apprendimento di elementi visivi fondamentali. Di questo periodo sono opere di grandi dimensioni, in particolare la serie dedicata a Icaro, intesa come esperienza di lancio individuale nel vuoto, e il ciclo Thalassia, rappresentativo dell’elemento femminile che si muove nell’acqua, selezionati nella prima importante personale “Acquaria”(2012). Analoga gioiosità di moto trasmette la serie dedicata alla rotazione su se stesso, a mo’ di trottola danzante, di derviscio tourneur; ripresa poi in una sequenza di fotogrammi, è diventata un video. La sequenza di fotogrammi è stata utilizzata anche per un’opera più recente, che mostra la traiettoria di un saltatore olimpico di sci, in omaggio ai Giochi olimpici invernali di Sochi 2014. Alla fase descritta, rivelatrice delle qualità immaginative ed esecutive dell’autore (nel segno di iconografie efficaci, materializzate in pennellate sciolte e filamentose, che ricordano i divisionisti e i futuristi), si è affiancata una ricerca incentrata sull’installazione, sull’interazione con lo spazio e lo spettatore, che attinge alle avanguardie di secondo Novecento (neo e post-dada, poveriste, minimaliste, concettuali, videoarte, Fluxus, Piero Manzoni) e sugli spunti molteplici offerti da questo primo scorcio del terzo millennio.

 

INFO

Sede:                      DAFNA Home Gallery

Via Santa Teresa degli Scalzi, 76 – Napoli

Inaugurazione:       giovedì 26 marzo ore 18.30

Date:                       26 marzo – 30 aprile 2015

Orari:                      dal martedì al venerdì 10.30 – 13.00_16.00 -19.00

 

Commenti

commenti