0°C Can't get any data. Weather

,

Si mangia da

Una Perla di Pescheria a Vico Equense

Una Perla di Pescheria a Vico Equense Mai nome fu più azzeccato come per la pescheria “La Perla” di Giuseppe Castellano e C. S.n.c., sita in Vico Equense, a via San Ciro 47/59, davvero una “perla” delle pescherie, in quanto a freschezza, qualità, varietà e sicurezza della merce, a fronte di prezzi molto onesti. Dice il titolare: “pesci, crostacei, frutti di mare, da noi troverete una vasta scelta di prodotti

Food, 50 chef per OFF

Oltre cinquanta chef provenienti da tutta la Campania, tra stellati e potenziali candidati all’ambìto riconoscimento assegnato dalla guida Michelin, si apprestano a ritornare alle falde del Vesuvio armati di padelle e di forte spirito goliardico per una imperdibile due giorni del gusto. Dopo il successo della scorsa edizione il 18 e 19 giugno torna, infatti, OFF – Ottaviano Food Festival, l’evento che intende promuovere e valorizzare le eccellenze e le

Carciofo bianco, il gioiello di Pertosa

Verde chiarissimo tendente al bianco argenteo, resistenza alle basse temperature, delicatezza e grandi infiorescenze prive di spine: queste alcune caratteristiche del Carciofo Bianco di Pertosa, Presidio Slow Food, che viene celebrato nel corso di una sagra, giunta alla XXIII edizione, che quest’anno si terrà dal 5 al 7 maggio come di consuetudine in Piazza De Marco. La manifestazione, nata con l’obiettivo di valorizzare un prodotto che stava ormai scomparendo dalle

Totò e la ‘sua’ Pastiera

Totò amava mangiare, amava la buona tavola. I suo film sono ricchi di battute legate al cibo. La figlia Liliana de Curtis lo ha raccontato nel libro ‘Fegato qua, fegato là, fegato fritto e baccalà’ . A cinquant’anni dalla morte, 15 aprile 1967, ed in prossimità della Pasqua, che quest’anno ricade a ridosso dei cinquant’anni dalla morte di Totò riproponiamo dal libro della figlia, Liliana de Curtis, la ricetta della

Museo Archeologico Eboli, cosa mangiavano gli antichi

Al via gli incontri dedicati a “La Buona Alimentazione”, un progetto che si propone di affrontare, con cinque appuntamenti,  un problema sociale rilevante,  in particolare per i più giovani, cercando di offrire un contributo sul tema della tutela della salute dei bambini e della prevenzione di serie patologie legate a un’alimentazione scorretta. Ciascuno degli incontri- un sabato al mese fino ad aprile- prevede una introduzione all’ alimentazione nel mondo antico

Ciro Oliva con la pizza al ragù, miglior pizzaiolo Italia

Ciro Oliva con la pizza al ragù, miglior pizzaiolo Italia Con la pizza al Ragu’, Ciro Oliva Concettina ai Tre Santi Napoli si aggiudica il premio Migliori Pizze dell’Anno del Gambero Rosso. Gli altri magnifici tre sono La Sorgente di Guardiagrele, Ezio di Alano in Piave e Pizzarium di Roma. I riconoscimenti sono stati assegnati dal Gambero Rosso a Napoli nel corso della presentazione della Guida Pizzeria d’Italia 2017. La

Sei donne d’arte per il cibo

 Le antiche sale della Pizzeria Negri, Pontecagnano Faiano, Salerno, si trasformano in un vero e proprio museo della storia del food italiano allestendo una galleria d’arte. Ed il 22 luglio al via una collettiva di sei artiste Non era mai accaduto dal 1928, il suo anno di nascita, momento rivoluzionario per la cittadina picentina. Dopo aver scoperto d’aver meritato una Stella Michelin nel 1962, l’unica mai assegnata ad una pizzeria

Un menù in braille per pizze speciali

Non solo ricerca di una sempre maggiore leggerezza dell’impasto e selezione di ingredienti di altissima qualità ma anche attenzione verso le esigenze di clienti speciali: ecco il leitmotiv del percorso di Francesco Gallifuoco, giovane ed entusiasta pizzaiolo-patron della pizzeria-ristorante Franco, ubicata a due passi dalla rinnovata Stazione Centrale di Napoli. Nasce così l’idea di proporre il menu estivo ricco di novità anche in braille e in caratteri grandi per renderlo

Locanda archeosperimentale

Locanda archeosperimentale È stato presentato oggi a Pompei, a pochi metri dall’area archeologica, “Caupona” (dal latino, “locanda, osteria”), il primo ristorante “archeo-esperienziale”, completamente ispirato all’antica città romana distrutta dal Vesuvio, dove un pranzo o una cena diventano una vera e propria immersione negli usi e nei costumi in voga nella Pompei di duemila anni fa. Ecco perché le bevande e i cibi, ovviamente ispirati alle ricette del De Re Coquinaria

Pastiera Made in Scampia, Pasticceria Stupefacente

Pastiera Made in Scampia, Pasticceria Stupefacente “Dove fai Natale lì fai pure Pasqua”, i   ragazzi di Made in Scampia…  coontinuano a divertire e a stupefare. Dopo le inventive geniali di Natale, san Valentino, non potevano trascurare la Pasqua: ed  ecco la “Pasticceria Stupefacente”; pastiere, uova e colombe, e tutte prodotte interamente a Scampia. È la nuova  risposta dei ragazzi di Made in Scampia all’emergenza baby gang di Napoli. Non ci si