Sino al prossimo otto ottobre è possibile votare il corto preferito sul sito www.ocurt.it nell’ambito del  XIV Festival internazionale del cortometraggio ’O Curt’: oltre 1.000 le opere iscritte, 54 i Paesi di provenienza, rappresentati tutti i continenti. Una partecipazione record che garantisce alla rassegna, che si svolgerà dal 19 al 22 novembre all’Institut français di Napoli e al Palazzo delle Arti di Napoli (Pan), una prospettiva di grande respiro sulle principali tendenze della cinematografia breve contemporanea. Circa 50 saranno i titoli selezionati per comporre il programma definitivo del Festival, suddivisi in cinque sezioni competitive (’O Curt concorso internazionale; ’O Curt Napoli, riservato ad autori nati o residenti a Napoli; Corti Animati, dedicato all’animazione; LeggeroCorto, per i lavori realizzati con attrezzature leggere; Educational, per filmati nati in contesti scolastici, laboratoriali e educativi in generale), che verranno sottoposti per l’assegnazione dei premi al giudizio della Giuria di qualità presieduta da Daniele Ciprì.

 Le opere da selezionare sono da scegliere tra i 14 cortometraggi preselezionati dalla Direzione del Festival per la sezione riservata alle opere realizzate con smartphone, tablet, GoPro e altre attrezzature leggere. Basterà iscriversi al sito www.ocurt.it, e visionare le opere, che resteranno online fino all’8 ottobre ed esprimere una preferenza per scegliere gli 8 titoli che saranno proiettati durante il Festival e tra i quali sarà scelto il vincitore. Questi i cortometraggi selezionati:  9546 km – My World (smartphone), The Day of The Bleeding Gums (smartphone), Pig Wormer (GoPro), We Feel (smartphone), Lovearthcam (webcam), AS636NH Ad Memoriam (handycam), Camminare (smartphone), Collateral Victims (smartphone), Cosa succede? (smartphone), Ka MoKa kamma fa (fotocamera), The Passenger (lettore digitale), Vulcani(da)mare (smartphone), Instalife (smartphone), The Other Side (smartphone).

La rassegna, organizzata dall’associazione Tycho con il sostegno della Mediateca Santa Sofia, e promossa dall’Assessorato ai Giovani del Comune di Napoli con il progetto “Napoli Città Giovane: i giovani costruiscono il futuro della Città”, realizzato nell’ambito dei Piani Locali Giovani – Città Metropolitane, promossi e sostenuti dal Dipartimento della Gioventù – Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Anci – Associazione Nazionale Comuni Italiani, presenterà una quattro giorni ricca di proiezioni, incontri con ospiti, mostre e tavole rotonde. Il presidente Daniele Ciprì e gli altri membri della giuria terranno delle lezioni sul cinema, una retrospettiva sarà dedicata al maestro georgiano Mikheil Kobakhidze, ospite internazionale della rassegna, mentre i principali Istituti di cultura in città realizzeranno dei panel sulle principali tendenze della cinematografia dei propri Paesi.

Commenti

commenti