Centro storico UNESCO, la cappella ritrovata
La Cappella ritrovata. E’ la Cappella di Santa Maria dei Pignatelli in Largo Corpo di Napoli, dove sono terminati i lavori di recupero, restauro e adeguamento funzionale finanziati con il fondi del Grande Progetto Centro Storico di Napoli Valorizzazione del Sito Unesco, POR FESR 2007/2013 (Importo del finanziamento 700.000 €).
La cappella, edificata dalla famiglia Pignatelli e ora di proprietà dell’Università Suor Orsola Benincasa, risale alla metà del XIV secolo e fu restaurata più volte durante i secoli, in particolare nella prima metà del Settecento periodo in cui furono realizzate da Fedele Fischetti le decorazioni delle volte.
I lavori, iniziati nel novembre del 2014, hanno riguardato principalmente il restauro dell’apparato decorativo interno con la pulitura ed il consolidamento delle lastre di marmo dei rivestimenti verticali, il restauro della volta a incannucciata, il restauro degli stucchi, delle cornici e delle decorazioni pittoriche delle volte.
Inoltre, i lavori hanno riguardato anche il restauro e l’integrazione della pavimentazione in marmo e di quella in cotto e maioliche. Durante il restauro è stato ritrovato un affresco collocato dietro l’altare raffigurante una deposizione.
Domani, martedì 29 dicembre alle ore 12,30, il Sindaco, di Napoli Luigi de Magistris insieme al Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Lucio d’Alessandro ed all’Assessore alle Politiche Urbane Carmine Piscopo visiterà i luoghi oggetto di restauro.
La cappella in base ad un accordo sottoscritto con il Comune di Napoli è destinata ad attività culturali, convegni, mostre ed esposizioni.

Commenti

commenti