Carditello, la Fondazione cerca un direttore

La Fondazione Real sito di Carditello,  indice una selezione pubblica per il conferimento dell’incarico di Direttore. La domanda deve essere inviata entro il 26 maggio a  alla Fondazione presieduta da Mirella Barracco.

Per essere scelto bisogna inviare la domanda con curriculum e lettera motivazionale e quindi sostenere un colloquio. Saranno determinanti i curricula vitae. La Fondazione richiede  come titolo di studio la laurea specialistica o magistrale, ovvero diploma di laurea conseguito secondo l’ordinamento didattico previgente al regolamento di cui al decreto del Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica 3 novembre 1999, n.509, ovvero titolo equipollente conseguito all’estero ed  esperienza professionale particolare e comprovata  in materia di tutela, valorizzazione e gestione dei beni culturali, dimostrata da uno o più dei seguenti requisiti: – avere ricoperto ruoli dirigenziali in organismi o enti pubblici o privati, ovvero in aziende pubbliche o private; – essere dipendente con qualifica dirigenziale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e corrispondenti figure presenti nei ruoli della P.A. competenti per la materia, ivi compresa la Regione Campania”; – essere in possesso di una particolare specializzazione professionale, culturale e scientifica desumibile dalla formazione universitaria e post universitaria, da pubblicazioni scientifiche e da concrete esperienze di lavoro maturate, per almeno un quinquennio, anche presso amministrazioni pubbliche.

Le domande devono essere inviate entro il prossimo 26 maggio a fondazionecarditello@legalmail.it

La Reggia di Carditello, comune di San Tammaro in provincia di Caserta, è uno dei siti reali borbonici all’interno del quale sono in corso opere di restauro, chiusa al pubblico da anni è stata al centro di azioni distruttive rilevanti. Il 25 febbraio 2016  è stata costituita la Fondazione Real Sito di Carditello tra il Mibact la Regione Campania e il Comune di San Tammaro

Commenti

commenti