La Campania e’ una tra le regioni virtuose  nel trattamento dei rifiuti urbani riciclati. Alcuni dati (fonte Conai)  ci sono 78 centri di selezioni e conferimento e 9 centri di riciclo cosi’ che la Campania e’ la quinta regione dopo Lombardia, Emilia, Piemonte, Veneto. Il sistema consortile ha ritirato ed avviato al riciclo 293.545 tonnellate di rifiuti di imballaggio raccolti sulla base  delle convenzioni Anci/Conai con una media di 57 kg raccolti per abitante convenzionato (media italiana 65 kg/abitante) riconoscendo ai Comuni corrispettivi per quasi 33 milioni di euro. Nell’ ipotesi in cui la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio crescesse del 4% per cento si otterrebbero quasi dieci milioni di euro in piu’ di corrispettivi.

Tra le realta’ imprenditoriali all’avanguardia nel settore del riciclo, vi e’ in provincia di Caserta, l’impianto di riciclo Erreplast, uno tra i principali produttori europei di PET riciclato, Ripet, con una capacita’ di trattamento di oltre 2.500 Kg/h ed una capacita’ di riciclo di oltre 20 mila tonnellate all’anno. Nello stabilimento lavorano 125 dipendenti e vengono lavorati rifiuti provenienti dalle 5 province campane, per il 54 per cento dalla provincia di Caserta ed anche un 4 per cento di rifiuti provenienti da fuori regione. Alcuni benefici, illustrati alla stampa nel corso di una visita allo stabilimento, sono “evitati 79.500 ton/Co2, 860 mezzi, ed una superficie di 240 campi di calcio”.

 

 

Commenti

commenti