In occasione della Domenica di Carta il 9 ottobre 2016, dalle ore 11.00 alle ore 17,00 , la Biblioteca Nazionale di Napoli consentirà eccezionalmente la visita all’ Officina dei Papiri Ercolanesi, dove sono custoditi i famosi rotoli carbonizzati. Si tratta del più antico fondo librario posseduto dalle biblioteche italiane e straniere, di enorme interesse filologico in quanto ci ha restituito l’opera cardine di Epicuro “Sulla natura”, il corpus delle opere di Filodemo di Gadara, e di altri filosofi epicurei. Per il particolare pregio e l’estrema fragilità dei papiri l’ingresso sarà consentito in gruppi (max 30 persone ogni 30 minuti).

In Sala Rari è prevista la proiezione di un video sulla Villa dei Pisoni di Ercolano dove nel 1752, a seguito degli scavi voluti da Carlo di Borbone, sono stati rinvenuti i papiri ercolanesi. Al grande sovrano illuminato è dedicata la mostra in Sala Esposizione “Il Regno Ritrovato”, che documenta attraverso rari autografi, splendidi manoscritti ed importanti libri a stampa, la Napoli di Carlo di Borbone.

Nella giornata dedicata dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo a conoscere i luoghi storici della memoria ed il patrimonio in essi contenuto, il percorso di visita  alla  Biblioteca di Napoli comprende non solo la visita alle sale monumentali del primo piano ma anche  alla zona museale del “Fondo Aosta” (normalmente chiusa al pubblico), dove nella “Sala Africa” sono custoditi animali tassidermizzati e trofei di caccia, insieme ad  idoli, gong, oggetti dell’artigianato indigeno, asce, pugnali, lance, fucili, una bella raccolta di minerali ed i reportage fotografici della Duchessa Elena d’Aosta.

Sono visitabili inoltre la sezione di musica e teatro Lucchesi Palli ed il Laboratorio di restauro.

Ingresso libero dalle ore 11.00 alle ore 17.00. Sono previste visite guidate ogni 30 minuti dalle ore 11.00 alle ore 16.30 (ultima visita).

seguici su facebook
https://www.facebook.com/BNNUFFICIOSTAMPA/

Commenti

commenti