La comunità del Petraro, frazione al confine tra Santa Maria la Carità e Castellammare di Stabia, è pronta ad iniziare la realizzazione del nuovo complesso parrocchiale Santa Maria del Carmine. Si è concluso infatti tutto l’iter progettuale e amministrativo, che ha visti coinvolti in prima linea e in perfetta sinergia il parroco don Raffaele Baccari, il comitato, gli uffici di curia e l’amministrazione comunale.

Nel maggio del 2014 si chiudeva il concorso di idee, finalizzato ad ottenere un progetto di forte qualità estetica e liturgica, coinvolgendo tecnici, artisti e liturgisti da ogni parte d’Italia. Il progetto vincitore è opera dei giovani architetti siciliani Emilio Vitale e Adriana Pidalà, ora incaricati di dirigere i lavori, la cui idea ha come genesi proprio l’icona della Madonna del Carmine, nel suo abbraccio materno col Bambino.  L’impianto planimetrico dell’aula liturgica, come un abbraccio, è infatti determinato da due curve.

In questi mesi l’idea si è tramutata in un progetto esecutivo volto ad ottenere tutte le autorizzazioni da parte della C.E.I. e degli enti territoriali preposti, nonché per essere posto a base di gara per la scelta dell’impresa esecutrice.

E ora finalmente, con gioia, la comunità parrocchiale petrarese è pronta ad inaugurare il cantiere con una celebrazione sull’area dove sarà edificato il nuovo complesso parrocchiale, in località Pianillo. L’appuntamento è per sabato 8 ottobre, alle ore 15.30 con la celebrazione presieduta da S.E. Mons. Francesco Alfano. Seguirà un momento di festa e condivisione, a cura della comunità parrocchiale. Ci si augura la partecipazione di tutta la cittadinanza, degli amministratori, ma anche della comunità ecclesiale diocesana.

Commenti

commenti