Al Social World Film Festival  il Mercato europeo del cinema giovane ospitato nell’incredibile scenario della Penisola sorrentina dove buon cibo, benessere, artigianato, trasporti,  ospitalità, e commercio sono ingredienti per consentire agli ospiti, giornalisti e pubblico del Social World Film Festival di godersi una straordinaria rassegna.

Dopo il grande successo della passata edizione, è tornato anche quest’anno al Social World Film Festival  il “Mercato europeo del cinema giovane e indipendente”, nel pomeriggio di mercoledi 26 luglio nel Complesso Monumentale S.S. Trinità a Vico Equense: incontri, conferenze, dibattiti dedicati ai nuovi talenti, con professionisti, produttori, distributori indipendenti e istituzioni cinematografiche, stand espositivi con le novità di tutti i reparti del cinema: tecnologie audio e video, doppiaggio, costumi, trucco, trasporti, effetti video. Presieduto quest’anno da Laura Morante e Cinzia Th Torrini, il mercato punta a dare spazio alla presentazione agli addetti ai lavori di opere indipendenti di giovani autori. Anche in questa edizione l’happening ha visto importanti professionisti dell’industria cinematografica, produttori, distributori e registi provenienti da vari Paesi, incontrarsi per discutere sulle novità del cinema giovane indipendente, trasformando Vico Equense per un giorno in salotto privilegiato dell’industria cinematografica, con una video library digitale per offrire on demand i 200 titoli iscritti, tra cortometraggi, documentari e lungometraggi indipendenti e due sale a disposizione per la loro proiezione. Prima della presentazione dei progetti negli incontri face-to-face di registi e autori indipendenti con produttori, distributori e compratori, c’è stata l’interessante conferenza “Risorse, possibilità, novità e prospettive per i nuovi talenti”, con l’intervento di professionisti del cinema, produttori, distributori indipendenti e istituzioni cinematografiche sui temi delle risorse, fondi pubblici e privati per la produzione di opere, novità, possibilità e prospettive per i nuovi talenti. Hanno partecipato tra i tanti Rai Cinema Channel, Studio Universal, Agici (Associazione Generale Industrie Cine-Audiovisive Indipendenti), Draka Distribution, Stemo Production, Paradise Pictures e Ulule, leader del crowdfunding europeo. Si è parlato anche della nuova legge del cinema in Campania con Antonella Di Nocera, portavoce del Clarcc (Coordinamento Lavoratori Regione Campania del Cinema e audiovisivi). Al termine della proficua giornata, i seminari sulla direzione della fotografia, l’arte delle luci e della video-ripresa a cura di Antonio De Rosa, sui costumi per il cinema, a cura di Factory Costume di Annalisa Ciaramella, e sulla recitazione con Teresa Razzauti e “Imprenditori di sogni”, e poi il “Cinema Party”, salotto cinematografico dove autori, registi, enti e società possono colloquiare informalmente nello spazio appositamente allestito.

Commenti

commenti