Sguardi in piena libertà sulla natura e sulle città nelle opere di un artista che offre sempre una visione personale e bellissima sul paesaggio, un soggetto valorizzato dagli impressionisti con la loro pittura all’aria aperta, appunto “en plein air”. La personale di Loris Liberatori che sarà inaugurata venerdì 20 marzo (dalle ore 19.00) a Napoli alla galleria PRAC – Piero Renna Arte Contemporanea in collaborazione con la Galleria Forni di Bologna, è anche un invito ad uscire, ad aprire le finestre alla nuova stagione, alla primavera, in modo reale e metaforico.

La pittura di Liberatori dal forte contenuto ambientalista, è densa di suggestioni, di spessori, di immagini che offrono allo spettatore punti di vista nuovi e sorprendenti. L’artista si esalta elevando un inno all’acqua come fonte insostituibile di vita, di energia e di ricchezza.

Nato a La Spezia nel 1958, Loris Liberatori ha cominciato a dipingere giovanissimo. A soli 14 anni la sua prima mostra. Una carriera ininterrotta sempre in campo artistico; studi al San Matteo di Pisa, facoltà di storia dell’arte e una specializzazione post universitaria nell’insegnamento psicopedagogico del “Metodo Martenot” a Firenze e a Parigi. Un particolare insegnamento dell’arte che ha il compito di sviluppare la creatività del bambino e di risvegliare le capacità artistiche negli adulti. Attualmente dirige la sede del’ “Ecole d’art Martenot” di Roma. Numerose le mostre personali a Roma, sua città di residenza da quasi trent’anni, in tutta Italia e all’estero.

Ad una solida preparazione tecnica, Loris Liberatori coniuga una forte motivazione emozionale. La potenza delle onde della sua infanzia, il silenzio delle acque ferme, diventano nelle sue opere occasione di riflessione. Le tele di Liberatori, divise in pannelli, come polittici medievali, come grandi finestre aperte sulla natura, invitano a guardare alla bellezza che è fuori di noi.

LORIS LIBERATORI

“En plein air”

opening: venerdì 20 marzo | ore 19

dal 21 marzo all’8 maggio 2015

lunedì-sabato dalle 16e30 alle 19e30

Commenti

commenti