Acquedotto Carolino, si accendono le luci
Fervono gli ultimi preparativi per accendere le luci sull’Acquedotto carolino di Valle di Maddaloni. Cinquecentoquarantacinque metri di tufo e mattoncini che saranno illuminati di notte grazie ad un progetto di valorizzazione del sito patrimonio UNESCO. Luigi Vanvitelli lo costruì tra il 1753 e 1759 per volere di Carlo di Borbone ed è la parte scoperta dell’acquedotto che per 38 km porta l’acqua dalle sorgenti del Fizzo in provincia di Benevento alla Reggia di Caserta. Il monumento per circa 54 metri di altezza fa da condotta all’acqua ed opera straordinaria perché a distanza di secoli è perfettamente funzionante. Il progetto di riqualificazione, finanziato con i fondi POR 2007/20013, è stato realizzato a partire dall’estate scorso con il coordinamento del Comune di Valle di Maddaloni, la Reggia di Caserta, il MIBAC ed è costato un milione ed ottocentomila euro. Il progetto definitivo è degli studi Discetti e Zenga.
Il sistema di accensione prevede luci a led che si alterneranno in una tonalità di bianco oppure di bianco ed ambra ed è stato realizzato usando strutture mobili e nascoste. I visitatori potranno in orari notturni ammirare la bellezza di questo monumento che un tempo alimentava mulini, irrigava campi, vigneti, opifici serici prima di dare vita alle peschiere, fontane ed al parco della Reggia. Il suo percorso terminava presso la Reggia di Carditello. Il monumento si sviluppa su tre ordini di arcate sovrapposte. Dal 1770 ad oggi l’Acquedotto è un elemento del paesaggio e nel 1997 è entrato a far parte del patrimonio UNESCO.
In programma l’8 maggio una passeggiata ‘I Ponti della Valle’ che è parte del programma di Passeggiate proposte dalla Reggia di Caserta per la Primavera. Domenica 29 maggio, l’appuntamento è per conoscere i segreti del Bosco vecchio presso i giardini ‘secreti’ degli Acquaviva e del Re. Domenica 19 giugno le passeggiate reali faranno tappa alla Fontana di Diana Atteone al bosco di San SIlvestro.

Per info reggiacaserta.beniculturali.itfacebook
Ufficio Parco e Acquedotto Carolino Leonardo Ancona

 

Commenti

commenti