Artiste che donano libri e l’Accademia di Belle Arti di Napoli pronta ad accoglierli ed a farli diventare parte di un fondo della Biblioteca ‘Anna Caputi’ così da arricchire la raccolta libraria di uno dei luoghi di formazione artistica più importanti d’Italia. La seconda edizione di ‘Donne ad Arte’  è un successo, la Biblioteca gremita per l’iniziativa che vede donne artiste protagoniste.

Il secondo anno consecutivo di ‘Donne ad Arte’ si trasforma in una occasione per far conoscere il prezioso lavoro di docenti come Maria Cristina Antonini che con il suo progetto pone al centro dell’Accademia l’arte declinata al femminile e consente di arricchire la raccolta della Biblioteca.

Ma la cultura in Accademia è proposta attraverso diversi linguaggi e la musica non può non accompagnare l’evento. Così Romilda Bocchetti, Tsvetanka Georgieva Astaryan e Erminia Kacanì  offrono musica di donne per donne. Il direttore dell’Accademia, Giuseppe Gaeta, spiega nel videoservizio perché puntare su iniziative di genere.

Commenti

commenti