Tour nel Carnevale in Campania

Carnevale in Campania, festa, maschere, costumi, coriandoli e sfilate di carri. Una tradizione che si ripete ogni anno, dove la parola d’ordine è il divertimento nella gioia dei colori. Napoli Post percorre un viaggio itinerante nei più noti Carnevali campani, nelle manifestazioni legate al Carnevale ed alle sue maschere, che animeranno le giornate fino al martedì grasso, rendendo gradevoli le giornate di giovedì, sabato e domenica.

“Carnevale ad Agropoli”, organizzato tutti gli anni dall ’Associazione “Il Carro” e la Città di Agropoli, con la collaborazione della Provincia di Salerno, , La Regione Campania e ilParco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, è una festa molto particolare nel suo genere, che colora di fantasia e allegria il comune, durante le sfilate dei carri con il popolo festante. L’evento avrà il suo clou tra domenica 7 febbraio e martedì 9, ma tanti sono gli eventi collaterali programmati dagli organizzatori. Nelle settimane precedenti al martedì grasso, infatti, sono previsti momenti di animazioni per bambini ma anche adulti. Grazie alla collaborazione con l’Associazione Sbandieratori Cilentani, inoltre, saranno coinvolte le scuole del territorio. La novità più importante, però, riguarderà la presenza ad Agropoli di un gruppo di ragazzi provenienti dall’Italia e da altri paesi d’Europa e del Nord Africa. Il Carnevale di Agropoli 2016, infatti, ormai ha superato i confini nazionali e grazie ad un progetto Erasmus consentirà ad un gruppo di giovani di restare per alcuni giorni in città, con la possibilità di partecipare a tutti gli eventi legati al Carnevale ed osservare da vicino le modalità di preparazione dei carri allegorici sotto la guida degli esperti mastri-cartapestai agropolesi

“Carnevale di Capua”, conserva da più di un secolo un’affascinante tradizione legata al carnevale, che colloca il comune tra le capitali della comicità popolaresca. La tradizione vuole che la maschera di Pulcinella abbia origine in questa città. Lo scenario architettonico che accoglie la manifestazione è particolarmente significativo: Piazza dei Giudici ed il Corso Appio dove nei secoli passati si svolsero fastose cerimonie per ospitare sovrani e dignitari civili ed ecclesiastici in visita alla città. Alle testimonianze storico-ambientali, si aggiungono nei sei giorni dedicati alla manifestazione, gli apparati architettonici, le luminarie, i carri.

“Carnevale di Paternopoli”, dal 14 al 17 febbraio con carri, clown, maschere e balli ma anche visite guidate alla scoperta del centro storico, coinvolgendo tutti gli abitanti del piccolo centro. I carri allegorici sono accompagnati da balletti preparati accuratamente e che sono di notevole rilevanza per il successo della manifestazione. Non mancano ovviamente i balli popolari e le maschere classiche.
“Gran Carnevale maiorese”, a Maiori, dal 30 gennaio al 14 febbraio 2016, da un’iniziativa dell’associazione #CostieraCretiva in collaborazione con l’amministrazione comunale, uno spettacolo con l’ obiettivo di coinvolgere i diversi centri della costiera per far rivivere lo spirito popolare e la tradizione dei luoghi della provincia. Si parte il 31 gennaio con il “Carnevale dei bimbi”, e poi dal 6 febbraio le iniziative: la “Costiera Amalfitana Family Village”. Nei giorni 7, 9 e 14 febbraio la classica sfilata dei carri allegorici
“Carnevale di Faicchio”, nei giorni 7 e 9 febbraio, dalle ore 15, corteo e sfilata di carri allegorici lungo le strade del centro e balli in maschera in Piazza Roma fino alle ore 19. Martedì 9 la festa continua nel locale “Il Ristoro del Borgo”, con animazione per i piccini e divertimento per i grandi, con possibilita’ di gustare prelibatezze della casa. L’ingresso è gratuito e l’evento è a cura della Pro Loco Casali di Faicchio.

“Carnevale Strianese”, dal 6 al 9 febbraio, Striano sarà ancora una volta il centro delle manifestazioni carnascialesche del vesuviano e della città metropolitana con la sfilata dei carri allegorici gemellati con Viareggio e facente parte di Carnival Project con cui l’Unione Europea riconosce le migliori manifestazioni carnascialesche del continente.I maestosi carri allegorici, realizzati da artisti locali in carta pesta che sfiorano i quindici metri di altezza, sfileranno a circuito chiuso per le strade del parco verde di Striano. Essa coinvolge attorno a sé centinaia di partecipanti, dai carristi, maestri della cartapesta, ai gruppi coreografi che curano le danze. A riscaldare l’animo degli strianesi ci sono i turisti che con grande gioia ed ammirazione vengono a visitare le maestose opere di cartapesta.

“Carnevale di Saviano”, dal 31 gennaio al 9 febbraio, giunto ormai alla sua 38° edizione. Nel corso degli anni, il Carnevale di Saviano ha accresciuto la sua fama, diventando uno degli eventi più attesi dell’anno. La festa ha visto la sua prima edizione nel 1979, su iniziativa di Nicola Strocchia, per debellare l’usanza del lancio delle uova sui passanti (che sfortunatamente ancora si pratica in alcune zone) Come da tradizione, ogni Rione farà sfilare un proprio carro e la sfilata sarà accompagnata da una grande festa che coinvolgerà tutto il territorio.

“Carnevale di Limatola”, nei giorni 31 gennaio, 7 e 9 febbraio.. Le maschere saranno le vere protagoniste della XXVI edizione del Carnevale di Limatola. La manifestazione è organizzata dalla Pro Loco Limatola. Le novità di questa edizione sono: uno spazio dedicato ai bambini e il ritorno in piazza dei giochi della tradizione che saranno curati dalla Associazione “Sporting Futsal Limatola”. Nell’area a loro riservata i più piccoli potranno divertirsi e assistere a degli spettacoli di giocoleria. La manifestazione partirà alle ore 11 e in piazza sarà possibile degustare le specialità gastronomiche del territorio accompagnate da un buon bicchiere di vino rosso del Sannio beneventano. Gli spettacoli che sono in programma spaziano dalla tradizione musicale affidata alle fisarmoniche di Michelangelo Rispoli e Stefano Petriccione, a quella danzante con quadriglia e tarantella a cura delle scuole “Emmebi dance” di Michele Bernardo e “Loca Dance” di Maria Antonietta Giordano, all’intrattenimento musicale del dj Gianni Aragosa affiancato dalla voice animation Raffaele Cristofaro. Con uno spettacolo su “Mary Poppins” si esibirà la scuola di danza “Gioia”.

“Carnevale a Torre del Greco”, sull’onda delle celebrazioni per la festa della Madonna della Immacolata, con la processione del carro e dei carricieli, a Torre del Greco, grazie al sostegno dell’ associazione “Sulle ali del bene Santa Croce” e alla organizzazione di Imma Madonna, sfilata nei giorni del Carnevale di carretti allegorici, creati dagli stessi piccoli autori dei “carricielli” della festa della Immacolata, tra cui il carro a tema del bene e del male: un falco, simbolo del male, che tra gli artigli afferra il mondo, e sotto le sue ali i politici, le armi, le bombe nucleari, e sulla scia posteriore la via della salvezza e della pace, rapprsentata da una colomba con la croce.

“Il Carnevale Princeps Irpino”, da Castelvetere sul Calore ad Avellino e Montemarano, da Serino a Forino e Mercogliano, tanti appuntamenti con le antiche tradizioni carnevalesche irpine. A promuovere il ciclo di cinque appuntamenti dedicati al Carnevale è l’associazione Carnevale Princeps Irpino – Carnevali Irpini Riuniti che, dal 16 al 31 gennaio 2016, porterà in giro per la provincia di Avellino alcune delle più rappresentative manifestazioni carnevalesche. Il Carnevale Princeps Irpino è costituito dal Carnevale di Montemarano, Zeza di Capriglia Irpina, Zeza di Mercogliano, Mascarata di Serino e Ballo ‘o Intreccio di Forino. Sabato 23 gennaio, invece, alle 10.30, il Carnevale arriva nel reparto di Pediatria dell’ospedale “Moscati” di Avellino, con un momento di coinvolgimento e di divertimento per i bambini degenti. Nel pomeriggio (alle ore 17) il Carnevale Princeps Irpino si sposta nel mercato coperto di Serino, per un altro appuntamento dedicato ai più piccini. Le rappresentazioni proseguiranno domenica 24 gennaio (ore 18) nel centro storico di Avellino per concludersi, domenica 31 gennaio, a Forino con una intera giornata dedicata ai Carnevali Irpini Uniti. Tutte le attività del Carnevale Princeps Irpino si svolgeranno prima del Carnevale, così da lasciare intatta la tradizione di ciascun paese e creando allo stesso tempo una lunga anteprima dell’evento.

“Carnevale Palmese”, con ‘O Focarone ‘e Sant’Antuono, ha preso il via il Carnevale delle Quadriglie a Palma Campania. Tanta la gente che ha partecipato all’evento ed è stata anche l’occasione per presentare i temi che metteranno in scena le quattro quadriglie partecipanti al carnevale. Temi interessanti come “Lo schiaccianoci ed il Re dei Topi” della Teglanum; “Il Messico”, organizzato dalla quadriglia “Scusate il ritardo”; l’Africa, dalla quadriglia “Tutta N’ata Storia” e infine il tema Marvel, dalla quadriglia “Scugnizzi”. Tante le manifestazioni organizzate; sabato 23 Gennaio ci sarà la storica “Canzone d’Occasione”; mentre sabato 30 Gennaio tocca, invece, al Ratto Del Gagliardetto e all’inaugurazione del Villaggio de “Le Quadriglie”. Venerdì 5 Febbraio si svolgerà la sfilata in maschera degli alunni della scuola “Vincenzo Russo”, mentre sabato 6 Febbraio la sfilata in maschera degli alunni della scuola “Antonio De Curtis”. Domenica 7 Febbraio, andrà in scena la sfilata de “Le Quadriglie”, lunedì 8 Febbraio il Passo de “ Le Quadriglie” e infine martedì 9 Febbraio ci sarà l’esibizione canora de “Le Quadriglie”, con la partecipazione di migliaia di persone in maschera che si sfideranno in un’avvincente competizione musicale. Un carnevale diverso da tutti gli altri in cui i carri allegoricisono, addirittura, un elemento secondario.
Torna anche quest’anno a Capri “il Carnevalissimo “con una tre giorni di giochi, gare e sfilate. Il tema che quest’anno il comitato ha scelto è Hollywood con il magico mondo del cinema. L’idea è di immergere l’isola in un clima carnevalesco di puro divertimento dividendola in contrade (Tiberio, Matermania, Capri centro e Marina Piccola, Marina Grande, Anacapri) che si sfideranno in gare, giochi e sicuramente in quello che è il centro del nostro martedì grasso: l’ esibizione dei carri allegorici.

Commenti

commenti