Papa Francesco dona la bicicletta personale ai bambini di Napoli. All’ Auditorium Rai di Napoli, mercoledì 9 dicembre alle ore 19.00, tradizionale “Asta di beneficenza in favore dell’infanzia povera e sofferente”. Una Serata speciale che vedrà sul palco Tullio De Piscopo, la Nuova Compagnia di Canto Popolare, di Joe Amoruso, Rosario Iermano e Rino Zurzolo. L’attrice napoletana Veronica Mazza presenterà la serata e l’attore di Made in Sud Mariano Bruno farà da animatore per l’asta.

Il ricavato dell’asta andrà a sommarsi alle offerte in denaro, per realizzare due progetti nei Reparti di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale: l’acquisto, per l’Ospedale Cardarelli, di un ecografo di “alta fascia” per la diagnosi di gravi patologie che possono colpire neonati a rischio, nonché, per l’Azienda Policlinico Federico II, l’acquisto di un’autoambulanza attrezzata per il trasporto di neonati a rischio.

Tanti, di valore e belli gli oggetti che saranno battuti per raccogliere i fondi destinati agli interventi da realizzare in due strutture ospedaliere: un dono d’eccezione è fatto da Tullio De Piscopo, con le “ Bacchette, la pelle del tamburo e il piatto della batteria”, utilizzate nel tour di Pino Daniele Tullio a dicembre 2014;

I doni di Papa Francesco sono composti dalla bicicletta personalizzata che gli è stata regalata in occasione della sua visita a Philadelphia, il presepe a stella, in madreperla, proveniente da Betlemme e regalatogli a maggio scorso, un grande piatto colorato, con lo stemma di Papa Francesco, una pagoda thailandese, donato al Papa dall’arcivescovo di Bangkok.

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha donato per l’ asta un vassoio ovale in cristallo molato proveniente dalla Slovacchia e vaso in cristallo di Boemia, una scultura di Pietro Consagra, realizzata in nove esemplari, una scultura di Giorgio Butini con quattro figure umane a rappresentare la “Supremazia”; un vaso in porcellana, completo di coperchio, proveniente dall’Ungheria. Anche il Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, partecipa a una sua donazione a favore della serata napoletana, con una brocca con piatto, in porcellana.

Il Prefetto, dott.ssa Gerarda Pantalone ha donato due medaglioni in cristallo molato e ottone bronzato, dipinti a mano con tecnica gouache.

Il Cardinale Sepe ha fatto dono di un anello episcopale in oro 18 carati con ametista e diamanti, un presepe che presenta pastori i cui vestiti sono di stoffa.

Il Presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis offre la maglietta di Higuain e pallone, firmati dai calciatori, e due scarpette; il Presidente del Centro di Ricerca Aerospaziale di Capua, prof. Luigi Carrino, mette a disposizione la maglietta celebrativa del lancio del veicolo spaziale IXV, autografata dai ricercatori che hanno partecipato al successo della missione; una personalità politica anonima dona un telefonino Apple iPhone 6 Plus 128 GB, con schermo di 5,5 pollici; un vassoio rettangolare in argento donato dalla dottoressa da Dora Amato, vedova del compianto prof. Carlo Ciliberto, Rettore della Università degli Studi di Napoli Federico II; un quadro ad olio raffigurante uno scorcio del golfo di Napoli, opera realizzata nel laboratorio di pittura dai detenuti ospiti della Casa di accoglienza “Liberi di volare” dono del centro diocesano di Pastorale carceraria; Antonio Coppola, Presidente Automobil Club Napoli, dona una Serie di 4 statuine raffiguranti puttini in porcellana policroma Ginori, e tanti altri ancora.

Una serata che anticipa il Natale,negli auguri e nei doni, che esiste al 2006, voluta dal Cardinale Crescenzio Sepe e realizzata grazie alla sensibilità e disponibilità del Centro di Produzione Rai di Napoli, diretto da Francesco Pinto. In questi nove anni diventati concreti questi progetti: 2006, Ospedale Pausilipon, ristrutturazione Reparto pressurizzato per bambini leucemici 2007; Casa di Tonia, casa famiglia per accogliere giovani donne rimaste sole per aver scelto la gravidanza e la maternità 2008; Asilo multietnico presso Casa di Tonia aperto al territorio 2009; Adozioni di vicinanza per accompagnamento scolastico di bambini napoletani in difficoltà 2010; Ospedale Santobono, struttura diagnostica per il risveglio dei bambini in coma 2011; Ospedale Annunziata, strumentazione diagnostica per neonati affetti da encefalopatie causa di paralisi cerebrale infantile 2012; Ospedale Fatebenefratelli, banca del Latte materno; Ospedale Monaldi, lettini attrezzati per il monitoraggio cerebrale di neonati a rischio 2013; Ospedale Santobono, telecontrollo a distanza attraverso l’utilizzo di tablet per bambini in coma o ammalati cronici 2014. E di questi giorni notizia di quello dell’ Ospedale Annunziata, banco farmaceutico e “Vibraplus” per il trattamento delle sindromi spastiche in neonati a rischio, frutto dei fondi raccolti con la serata di beneficenza dello scorso anno. Appuntamento, quindi, a tra un anno per le inaugurazioni dei progetti di questo 2015, che speriamo realizzati anche prima, ribadendo, e senza mai stancarci, che il cuore e la generosità di Napoli è ineguagliabile.

Commenti

commenti