Una folla commossa ha assistito nella chiesa di San Ferdinando a Napoli alla messa in memoria dell’ultimo re del Regno delle Due Sicilie, Francesco di Borbone. La messa celebrata alla presenza di Carlo di Borbone due Sicilie è stata l’occasione per ricordare la figura di un sovrano  straordinario. Uomo mite e religiosissimo fu sul trono per soltanto un anno ed in esilio per trentatré anni. Morì, infatti, ad Arco nel 1894. A 120 anni dalla sua morte l’Ordine Costantiniano di San Giorgio ed il movimento Neoborbonico hanno voluto ricordarlo per tenere viva la memoria di un sovrano ed un uomo che seppe piegarsi al suo crudele destino: orfano di madre, esiliato dalla sua patria e privo della sua unica figlia che morì neonata fu confortato dalla fede e dall’amore per la moglie, Maria Sofia, e per la sua terra natia. Considerato il primo degli emigranti fu cacciato dai piemontesi ed accettò con grande dignità la vita di emigrante. In San Ferdinando, chiesa voluta dal re Ferdinando di Borbone, la funzione religiosa è stata celebrata in latino ed al termine della quale hanno partecipato in tanti applaudendo e gridando ‘Viva o Re’ .

Commenti

commenti